Fiere , ,

22 Gen

E’ calato il sipario sull’edizione 2019 della fiera BAU di Monaco di Baviera. L’evento mondiale di riferimento del settore architettura, sistemi e costruzioni a cui Oikos ha partecipato come unica azienda italiana produttrice di porte d’ingresso ad alte prestazioni.

Più di 250.000 i visitatori provenienti da oltre 150 paesi del mondo che hanno dato vita a un crocevia di incontri, ispirazioni e nuove tendenze.

Per Oikos è stato un debutto importante e proficuo presentando l’ammiraglia Synua, nella versione TT con taglio termico, vestita di scuro, gres porcellanato total black, elegante e sicura come sempre e più tecnologica che mai grazie all’apertura con il lettore d’impronta biometrico completamente integrato nella serratura.

Importante evoluzione tecnologica per Oikos quella dell’apertura mediante il sistema di lettore d’impronta che va ad ampliare la già vasta gamma del mondo Arckey, quello delle aperure elettroniche appunto. Un sistema di apertura perfettamente integrato alla serratura e quindi centralizzato nella porta.

Anche l’estetica vuole la sua parte e in casa Oikos non è sicuramente lasciata al caso, per questo il lettore d’impronta viene inserito armoniosamente nella porta, coordinato con l’accessoristica già presente. Per Synua, la porta a bilico in assoluto e Nova, la porta a bilico vetrata invece, sono state studiate delle soluzioni di design altamente personalizzate.

Un tema, quello dell’apertura della porta d’ingresso tramite l’utilizzo dell’impronta digitale più attuale che mai anche alla fiera BAU in cui sono stati affrontati, visti e approfonditi i temi legati al mondo della “casa intelligente” o smart home, dell’integrazione e connessione tra sistemi e costruzioni, del digitale nell’architettura e nei processi.

Pronti quindi per accogliere nuove sfide, tecnologiche ed espansionistiche!