PROGETTO

Una residenza privata situata in un ambiente urbano. Una scatola bianca chiusa, priva di elementi decorativi e ornamentali. Così appare la casa, al cui interno lunghe linee orizzontali si dipanano collegando l’abitazione stessa all’ambiente circostante e viceversa. Le aperture consentono alla luce naturale di penetrare la struttura o all’illuminazione artificiale di filtrare fuori, nei dintorni, durantele ore di buio. Lungo questo gioco di interni-esterni che si compenetrano reciprocamente si sviluppa il concept del progetto.

Un progetto che utilizza un linguaggio minimalista, quasi monastico ma che si riequilibra attraverso i raggi del sole, i quali penetrando nelle pareti, creano movimento e dinamismo in un contesto altrimenti particolarmente meditativo.

Luci e ombre danno vita in questo spazio così tranquillo, a un canto armonioso, una lirica che si diffonde nelle mura silenziose, ma al tempo stesso, il gioco di superfici verticali e orizzontali, con cadenza apparentemente casuale, pare vogliano rappresentare il movimento della luce.

Spazi e linee, meditazione e dinamismo, interno ed esterno, luminosità e ombra divengono espressione di un equilibrio tanto sottile quanto profondo.

Tipologia progetto

Nuova costruzione

Progettista

Pitsou Kedem

Anno progetto

2011

Anno completamento

2012

Committente

Utente privato